Navigazione veloce
Feed RSS

Lettera aperta – 6 aprile 2020 – Il Dirigente Scolastico

Print Friendly, PDF & Email

Nuovo logo settembre 2016

a.s. 2019/2020

Lettera aperta ai docenti, studenti e genitori

Ragusa, 06-04-2020

Carissimi Docenti, Genitori e Studenti,

ormai la domenica delle Palme è alle nostre spalle e anch’io come Voi sono ancora chiuso in casa in ossequio alle norme che ciascuno è tenuto a rispettare.

Anche la Pasqua è prossima ed a tutt’oggi non abbiamo ancora certezza della data di un possibile rientro a scuola. E’ per tale ragione che con questa lettera aperta, desidero proporre alcune riflessioni su quello che sta accadendo a seguito della sospensione della didattica in presenza e su quanto prossimamente dovremo affrontare con la valutazione degli apprendimenti.

In linea di principio, le scuole si sono dimostrate capaci di reagire con creatività, organizzandosi nel modo più utile per coinvolgere i propri studenti, cercando metodi nuovi, per adattare alla situazione di attuale emergenza, comportamenti che tentano di conciliare prassi consolidate nel tempo con i nuovi bisogni.

Rimane ancora aperto il problema di come praticare al meglio la didattica e, soprattutto, di come effettuare la valutazione a distanza degli apprendimenti.

Esaminando preliminarmente le norme ordinamentali è possibile trarre spunti di riflessione:
Le vigenti prescrizioni, nota 279/2020 e 388/2020 del Ministero dell’Istruzione , si possono sintetizzare affermando che la valutazione deve sostanzialmente tenere conto:
– del processo formativo e dei risultati di apprendimento.
– Deve concorre al miglioramento delle pratiche poste in essere.
– Deve assumere il ruolo di supporto al successo formativo degli studenti.
– Deve documentare lo sviluppo dell’identità personale.
Da ciò discende che tutti noi, e i docenti in primis, dovremo impegnarci affinché, pur dovendo rilasciare attestati certificativi al termine del percorso formativo, la scuola rimanga soprattutto ambiente di apprendimento e non “luogo del giudizio”.

Certamente la valutazione incontra seri ostacoli culturali e di radicata consuetudine. Spesso la rilevazione delle conoscenze predomina su quella delle abilità e competenze; gli strumenti valutativi tradizionali (compiti in classe e interrogazioni orali) fino a ieri prevalevano su altre tipologie di prove. E’ evidente che siamo spesso condizionati dal processo valutativo basato sul controllo delle attività dell’alunno in presenza e sulla certezza che non riceva “suggerimenti”.

Ma la didattica in presenza, risulta ancora impraticabile e ciò rende necessario andare oltre.

Ad oggi siamo ancora in attesa di puntuali indicazioni sulle modalità di valutazione, da parte del Ministero dell’Istruzione.

Vorrei comunque ricordare a genitori e alunni, che tutto il corpo docente presterà la massima attenzione nel coniugare rigore e considerazioni su quanto la scuola è tenuta a predisporre nella valutazione di fine anno.

Le vacanze pasquali, che allo stato attuale prenderanno avvio giovedì 9 e si concluderanno martedì 14, potranno essere spunto, per noi tutti, di ulteriori riflessioni.

Personalmente non ho nulla in contrario se, durante tale periodo, sospese le lezioni on-line, vengano mantenute delle contiguità tra studenti e insegnanti ……

Del resto, come è stato posto in evidenza da più parti, l’esigenza di mantenere vivo il contatto tra docenti e discenti assume rilevanza sociale ancor prima che didattica.

Invito pertanto tutti a non lasciarsi scoraggiare … abbiamo diverse battaglie da vincere e tra queste non ultima c’e quella della scuola.

A conclusione di quanto sopra espresso desidero inviare a Voi tutti un sincero Augurio di Buona Pasqua, con l’auspicio di rivederci presto.

Il Vostro Preside
Prof. Francesco Musarra

  • Condividi su Facebook

Sito realizzato da Salvatore Dimartino su modello dalla comunità di pratica Porte aperte sul web nell'ambito del progetto Un CMS per la scuola con Wordpress · XHTML · CSS
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons ·
Responsabile della protezione dei dati personali (RPD): NetSense s.r.l. - Via Novaluce, 38 - 95030 Tremestieri Etneo (CT) - PEC netsense@pec.it